Famiglia.

edited_1453118802490.jpg

 

Quando la voce si fa prepotente in testa. Quando le vene pulsano. Quando il cuore trema. Quando, nonostante la paura di esporsi sia forte, il desiderio di liberare un pensiero lo è di più. Quando si decide di tirar fuori un amore immenso ed un dolore celestiale. Quando bisogna scrivere qualcosa di vero, di personale, di vivo.

Famiglia vuol dire Abbracci.

Vuol dire un porto franco, dove sai di poterti rifugiare quando ne hai il bisogno.

Qualcuno che ti consoli.

Qualcuno che prepari latte e miele quando hai mal di gola.

Qualcuno che prepari il brodo caldo quando hai la febbre.

Qualcuno che di legga dentro anche quando non vorresti.

Qualcuno che ti insegni a rispettare il Mondo.

Qualcuno che sia il tuo Mondo.

Qualcuno che abbia la forza di combattere per te ed insieme a te.

Qualcuno con cui crescere.

Qualcuno che ti aspetti con ansia la sera.

Qualcuno con cui far colazione la mattina.

Qualcuno con cui litigare.

Qualcuno con cui essere arrabbiato.

Qualcuno con cui far pace.

Qualcuno da Amare.

Qualcuno con cui fare della propria quotidianità qualcosa di straordinario.

Non c’è colore, non c’è sesso, non c’è età. Si tratta di amare e rispettare qualcuno, di essere disposti ad ogni cosa pur di condividere con quel qualcuno ogni singolo istante della vita. Ogni lacrima. Ogni risata.

Chi mette al Mondo una Creatura dona la vita.  Chi  insegna alla Creatura tutto l’amore ed il rispetto che bisogna riservarle  dona la vita un’altra volta.

Non c’è una definizione canonica di famiglia,  almeno non per me.

Se da piccola mi avessero chiesto quale fosse la mia famiglia la mia risposta sarebbe stata alquanto anomala. La mia famiglia è la mia mamma, il mio papà, la mia sorellina e la mia Gigì.

Non serve sapere chi sia, lei è quella che insieme a mia mamma, mio papà e mia sorella mi ha donato la vita. Con semplicità e con amore.

Io non avrei mai voluto rinunciare alla mia persona speciale, al mio terzo genitore.

Non sono cresciuta ne meglio ne peggio di altri, ma ho avuto la fortuna di avere una persona che, senza particolari legami di sangue, ha deciso di vivere per me.

Lasciatemelo dire, è una cosa bellissima. Una cosa per cui mi sono sempre sentita davvero fortunata. Che mi fa piangere.  Che mi fa ridere.
Che mi ha fatto solo ed unicamente tanto, tanto, tantissimo bene.

Non c’è sesso, non c’è colore, non c’è età.

Solo tanto amore. Solo Famiglia.

SvegliatItalia.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...