Leggere è peccato, come la cioccolata.

Peccato s. m. [lat. peccatum, der. di peccare «peccare»]. – 1. a. In generale, trasgressione di una norma alla quale si attribuisce un’origine divina o comunque non dipendente dagli uomini.

leggere non è.jpg

Leggere potrebbe essere considerato un peccato? Secondo me si, come mangiare la cioccolata del resto. Attività che peraltro amo condurre insieme. Accompagnata da un caffè bollente, che come si sa è un grandissimo peccato. Insomma un vizio, un peccato, una mania? Se lo è mi riconosco peccatrice. Ed in effetti lo sa anche il commesso di Mondadori del mio peccatuccio, perché quando entro…mi guarda e sorride.

Giusto ieri sono andata a farlo sorridere un po’. Sarà anche un peccato, però quando esco con quella busta di carta marrone piena di libri… come mi sento? Soddisfatta, piena, orgogliosa. Ciò che più somiglia ad una fetta di Sachertorte, ma non per lo stomaco, per il cervello.  Quindi si, io esco dal coro capitanato da Nadia (https://svolazziescrittureblog.wordpress.com/…/leggere-non…/) e Silvia(http://www.lettorecreativo.it/leggere-non-e-peccato/)e vi dico che LEGGERE è PECCATO, come la Sacher, un meraviglioso peccato.

[3] Riassumendo quindi i peccati sarebbero tre Leggere, Mangiare dolci e Bere Caffè, ma sono propedeutici alla sopravvivenza, la mia intendo. Perché in una realtà stracolma di brutture, tristezza e difficoltà io mi rifugio nei miei Peccati prediletti, sognando una notte proibita in Feltrinelli con Baricco che mi legge Novecento.

Perché nei libri esistono microcosmi trapunti di personaggi che sanno di me, che sono me, nelle cui gesta ed idee mi riconosco. Che amo, odio ed arrivano a mancarmi a fine libro.

[2]Come Zorba  de “La gabbianella e Il gatto”, che viene sbattuto nelle letture per l’infanzia (e qui dovrei aprire un libro, ma val la pena tenerlo chiuso e scriverci su più avanti) come fosse un minor valore, in realtà è miele per le menti di ogni età.

Come Jasper, lo scrittore che esegue ritratti in “Mr Gwyn”.

Come il mio nasone preferito, secondo solo a Dante, Cyrano de Bergerac (libro omonimo, se ve lo siete chiesti anche solo per un istante vi meritare torte che sanno di rape e minestrone per tutta la vita).

Quindi se dovessi raccomandare con chi commettere questo grande peccato io vi segnalerei questi tre. Ed attenzione a non sottovalutare in generale i personaggi in impermeabile.

[1]Leggere per me vuol dire evadere, trasgredire alla norma, al quotidiano, quindi non vi posso dire che non sia un peccato. Lo è. Ma di quelli che ci portano a nuovi inizi, che ci spronano a pensare diversamente, che ci formano nel carattere. Quelli che ci regalano ginocchia sbucciate da sfoggiare trionfalmente, come ferite di una mente in evoluzione che finalmente sa andare in bicicletta. Che ci fanno ritagliare spazi tutti per noi, anche dove non ce ne sono, che ci regalano morsi di conoscenza dolcissima e danno un nome ed una definizione, a sentimenti che proviamo e non riusciamo a catalogare.

Vi lascio con una citazione “(…) tutti siamo qualche pagina di un libro, ma di un libro che nessuno ha mai scritto”, la fonte non ve la dico.

Peccate Leggendo. Evadete, trasgredite il vostro quotidiano. Fatelo spesso, fatelo come volete ma fatelo, e siate gli autori di quelle pagine di libro che diranno di voi tutto quel c’è da sapere.

 

Ps: Questo post partecipa a modo suo, trasgredendo alle norme e non-rispondendo ai quesiti [di cui restano solo i numeri a lato] all’iniziativa “Leggere non è peccato, il gioco più #libroso dell’estate” a cura di Silvia Algerino e Nadia Banaudi, due tipe tostissime da tenere assolutamente d’occhio.

8 commenti Aggiungi il tuo

  1. Banaudi Nadia ha detto:

    Ah!!!!!
    Come mi piacciono le persone così peccatrici! E secondo me rientri in pieno nel concorso libroso di cui sei parte in quanto amante dei libri. Il nostro concorso ha una data e alcune restrizioni, ma in realtà è solo una scusa per venire stravolto ed usato a piacimento. Chiunque voglia portare alto il vessillo della lettura è invitato da qui in avanti a provarci.
    Sei una monella bravissima, tutta sporca di cioccolata e con gli occhi furbetti mentre leggi piccoli grandi capolavori, meglio di così!😜😜

    Liked by 1 persona

    1. Materiale Umano ha detto:

      Brave voi a dare questi stimoli a certe menti!! Vi meritate proprio una bella Sacher 😊

      Liked by 2 people

  2. 321Clic ha detto:

    Davanti casa mia c’è il più grosso Libraccio di Milano, ieri pomeriggio ne sono uscita con sei libri sotto il braccio pagati in tutto 40€. Uso anche eBook reader, che sono innegabilmente comodi per viaggiare, ma la soddisfazione che c’è a sfogliare delle pagine di carta è tutta un’altra cosa. Ed è bello anche il fatto che quasi tutti i libri che ho preso erano usati, quindi con una storia alle spalle. Quando li compro così mi chiedo sempre chi li ha letti prima che arrivassero a me. Ah, il mio peccato di contorno sono i semi di girasole o di zucca. Anche le patatine, però ungono troppo le dita e dopo intruglio tutto.

    Liked by 1 persona

    1. Materiale Umano ha detto:

      Io, dopo anni di meticolose ricerche, ho trovato in una città vicina una specie di libreria dell’usato/degli introvabili, gestita da un signore piuttosto anziano, che solo a guardarlo ci sarebbe da chiedersi di quanti libri è la storia della sua vita. Ecco, da lì non uscirei mai. Il mondo del l’e-Book mi è ancora volutamente oscuro, sono troppo legata al profumo dei libri, ma capisco quanto potrebbe essere utile ad una lettrice compulsiva come me!

      Liked by 3 people

    1. Materiale Umano ha detto:

      Che dire? Benedetti i libri, e i blog, che ci fanno conoscere certe persone! 🖤 Dal cuore, grazie.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...