Ares, Gatto Libero.

    Mi chiamo Ares e sono un gatto libero, questo ripetevo ossessivamente mentre le fiamme mi accerchiavano e quel calore annebbiava i sensi. Il calore. I miei primissimi ricordi erano di un morbido calore ed un rumore lieve come un soffio di vento, le fusa della mamma. Siamo soli in una cesta di vimini…

Il Mare Bianco, un libro di ordinaria rivoluzione.

Ormai la mia vita è scissa in due metà complementari, la mia esistenza è divisa parimenti tra leggere e scrivere, non so più definire con sincerità e fermezza quale delle due cose preferisca, senza dubbio la prima mi riesce meglio. Per questo motivo sono entrata del meraviglioso mondo di Book Tribu, una casa editrice che…

Leggere è peccato, come la cioccolata.

Peccato s. m. [lat. peccatum, der. di peccare «peccare»]. – 1. a. In generale, trasgressione di una norma alla quale si attribuisce un’origine divina o comunque non dipendente dagli uomini. Leggere potrebbe essere considerato un peccato? Secondo me si, come mangiare la cioccolata del resto. Attività che peraltro amo condurre insieme. Accompagnata da un caffè bollente,…

Siamo Come Tele.

Ci sono giorni difficili, di periodi difficili in anni che sanno di tabacco masticato. Di parole non dette. Di carezze rimaste sulle dita e mai espresse. Ci sono momenti in cui la cosa più semplice da fare, secondo logica, è smettere. Smettere di aspettare, di sperare, di chiedere. Semplicemente smettere ogni tipo di attività, anche…

Micro Trasgressioni Quotidiane.

  Tutto è iniziato una mattina di Febbraio. La sveglia del mio cellulare suonava Time is running out (sono una burlona!) dei Muse ed io ho pigiato su spegni. Come se mi fossi svegliata pronta e combattiva. In realtà sono rimasta avvolta nel calore del mio piumone. Non so spiegare il perché ma era come…

Ci sono Mamme.

Ci sono mamme che si svegliano sole alle tre di notte, con il viso coperto di lacrime e l’angoscia di non riuscire a farcela. Ci sono mamme che non sanno cosa sia l’istinto materno, non è arrivato, non ce l’hanno. Non lo sanno ed hanno paura di esser meno mamme. Ci sono mamme che lavorano…

Del Perdersi, Divagazioni Sensoriali.

Voglia di una Felicità tascabile che sia alla portata di tutti. Voglia di evasioni quotidiane. Voglia di una Madeleine come quella di Proust. Piena di ricordi vecchi e nuove sensazioni.

Famiglia.

  Quando la voce si fa prepotente in testa. Quando le vene pulsano. Quando il cuore trema. Quando, nonostante la paura di esporsi sia forte, il desiderio di liberare un pensiero lo è di più. Quando si decide di tirar fuori un amore immenso ed un dolore celestiale. Quando bisogna scrivere qualcosa di vero, di personale,…

Caro Babbo

Caro Babbo, Si, ti scrivo il 24 Dicembre, un po’ tardi dici? No, confido nelle poste, nella tua segretaria particolare e nella Buona Stella. Ma a chi vuoi darla a bere! No, non mi sono drogata, semplicemente i miei regali te li chiedo non per il 25 Dicembre, domani, ma per il 2016. Quindi so…

Expo Milano 2015: Perché andarci o Perché no.

Ormai “Vado all’Expo” è una frase di rito, ha lo stesso peso specifico di “Vado al Conad”. Perché l’essere umano è fatto per abituarsi anche alle cose piacevoli ed arrivare a darle per scontate. Per questo motivo ho deciso di chiamarla con il suo nome per esteso: Esposizione Universale. Già di per se le riconsegna…

Happy project. More or Less.

Dunque. Sono in un periodo di PSEUDOOTTIMISMOAUTOIMPOSTO. Leo(pardi) non mi scrive da due giorni. Mi sono imposta, con il leitmotiv “Praticare gentilezza a casaccio, ed atti di bellezza privi di senso”, di trascorrere una settimana in un genuino positivismo,praticando, qua e là,randomica gentilezza. Non è che mi sia messa a donare il mio 5 per…